Il nostro Blog

Lo strumento della nostra connessione con voi.
Vi suggeriamo anche di seguirci sui vari social network premendo gli appositi pulsanti posizionati nella parte alta del sito.

Il tramonto delle ultime agevolazioni

Il tramonto delle ultime agevolazioni

Come ormai ben sappiamo i vari governi che ultimamente si sono succeduti hanno abrogato una serie di agevolazioni contributive sulle quali, da sempre, le aziende hanno fatto riferimento.

Iniziò il Governo Monti eliminando l'agevolazione della piccola mobilità e, da ultimo, il Governo Renzi abolì quella per l'assunzione di disoccupati (407/90) introducendo l'allora Esonero Triennale della contribuzione. Dall'esonero triennale si passò, nel 2016, all'esonero biennale parziale (40 % in meno rispetto al precedente azzeramento).

Ebbene, oggi possiamo dire che il 31/12/2016 tutta una serie di ulteriori agevolazioni andranno a sparire. Resta salva la possibilità di reintroduzione con la legge di stabilità per il 2017 ma, alla data attuale, le seguenti egevolazioni terminano il 31/12/2016.

L'Esonero Biennale:

Riduzione della contribuzione a carico azienda pari al 40% entro il limite annuale di 3250 euro; l'agevolazione non si applica anche ai premi INAIL.

L'agevolazione per l'assunzione e la Trasformazione di Lavoratori in Mobilità:

Il datore di lavoro che effettua l'assunzione di personale iscritto nelle liste di mobilità gode di un aliquota contributiva al 10% fino ad un massimo di 12 mesi se l'assunzione avviene con contratto di lavoro a termine; la durata dell'incentivo è di 18 mesi se l'assunzione avviene con contratto di lavoro a tempo indeterminato; Qualora un contrato a termine che gode dell'agevolazione venga trasformasto a tempo indeterminato entro i dodici mesi dall'assunzione l'agevolazione viene prorogata di ulteriori dodici mesi (fino ad un massimo di 24 quindi)

Esonero della contribuzione per gli apprendisti per le aziende che occupano fino a 9 addetti.

Le aziende che occupano fino a 9 addetti, in caso di assunzione di apprendisti, ordinariamente versano i contributi su di un aliquota del 3.1 % il primo anno, 4,61 % il secondo anno e del 10 % dal terzo anno in poi e fino al termine dell'apprendistato; Per il periodo 2013 - 2016 era stata prevista un'ulteriore agevolazione che consisteva nell'aliquota fissa del 1.61 % per i primi tre anni e del 10 % dal quarto anno in poi. Dal primo gennaio 2017 si tornerà a calcolare la contribuzione sulla base delle 3 aliquote richiamate all'inzio del paragafo (3.1 - 4.61 e 10).

Nel caso in cui un rapporto di lavoro in essere, o comunque attivato entro il 31/12/2016, prosegua oltre tale data l'agevolazione sarà sempre applicabile fino al termine naturale del periodo agevolato.

Abrogazione Lavoro occasionale accessorio
Ultimo (speriamo) messaggio sul Lavoro Occasionale...

Related Posts

 

Commenti

Ancora nessun commento
Already Registered? Login Here
Ospite
Domenica, 24 Settembre 2017

Immagine Captcha